VERDECA

L'origine di questa varietà è incerta ma è sicuramente antica. Già nel 1629 il nome “Verdeca di Gravina” è presente nel trattato della vite e del vino dell'autore pugliese Prospero Rendella. È allevato maggiormente in Valle d'Itria, depressione carsica che si innesta nel cuore delle tre province di Bari, Brindisi e Taranto, generalmente insieme al Bianco d'Alessano.
Il grappolo è di media dimensione, di forma conica e alata. L'acino presenta una buccia di medio spessore, di colore verde biancastro e polpa succosa. Dalla maturazione mediamente precoce, resiste bene alle principali avversità pedoclimatiche. In passato era destinato principalmente alla produzione di vini liquorosi tipici della zona e vermouth; oggi è alla base delle Dop della Valle d'Itria quali Locorotondo e Martina Franca e non mancano anche versioni in purezza.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy - We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information