PAMPANUTO

Le notizie sulle origini di questo vitigno sono molto scarse, nonostante sia un autoctono pugliese coltivato da molti anni soprattutto nella zona di Castel del Monte come testimoniano gli scritti di Frojo del 1875. Chiamato anche Rizzulo e Pampanuta, è una varietà vigorosa e produttiva, abbastanza tollerante alle avversità climatiche e alle principali malattie crittogamiche. Il grappolo è di medie dimensioni, di forma conica o piramidale e presenta una buona compattezza degli acini di colore verde-giallo. Spesso è vinificato con il Bombino bianco in quanto è ad esso discretamente complementare poiché sviluppa una bassa acidità ma una buona dotazione zuccherina. Per queste caratteristiche il Pampanuto è sempre stato apprezzato soprattutto in passato, quando il vino era una fonte di calorie e considerato un vero e proprio alimento.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy - We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information