MALVASIA NERA (di Brindisi/Lecce)

Vitigno autoctono pugliese, appartiene alla vasta gamma di cultivar, spesso anche molto diverse tra loro, che hanno ereditato il nome dall'antico porto greco del Peloponneso: Monenvasia, dal quale  anche questa varietà sembra avere origine. Per molto tempo si è pensato che la Malvasia nera di Lecce e la Malvasia nera di Brindisi fossero due vitigni autoctoni diversi ma, secondo recenti indagini ampelografiche e analisi molecolari, si è stabilito che in realtà si tratta della stessa identica pianta. Ciononostante non sono pochi quelli che ancora oggi sostengono che comportamenti così diversi in vigna siano originati da biotipi tanto diversi tra loro da sembrare varietà distinte.
Discretamente produttiva, la Malvasia nera (di Brindisi/Lecce) sviluppa grappoli di media dimensione e acini con buccia sottile di colore blu. Il mosto non presenta il tipico sapore di moscato, che è comune in molte malvasie ed è piuttosto neutro. Da sempre condivide la vigna e, successivamente, il processo fermentativo, con il Negroamaro in molte denominazioni d'origine salentina tra cui Salice Salentino Dop e Brindisi Dop.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy - We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information